Annarita Mattei intervista


ARTE DA INDOSSARE

Intervista ad Annarita Mattei

 

Annarita Mattei, classe 1982, sannita e, come tale tenace e appassionata, artista dalle molteplici sfaccettature.

 

Silvia Bianculli:

Dopo tanti anni di pittura sulla ceramica come sei arrivata alla moda?

 Annarita Mattei:

Dopo ben 10 anni in bottega tra colori, pennelli, ecc…. ho cominciato a realizzare magliette dipinte ,così x gioco. Poi ho disegnato la mia prima collezione ispirata ai fiori su tessuti come sete, georgette.

Silvia Bianculli:

Di un abito quindi non solo disegni il modello, ma ne caratterizzi il tessuto dipingendolo, rendendolo unico ed inimitabile, ricordi il primo abito che hai realizzato?

 Annarita Mattei:

Il mio primo abito che ho realizzato era disegnato da me, cucito da una mia carissima amica e incredibile sarta di nome Clelia che ormai non c’è più, in seta viola, tutto dipinto con dei girasoli. Davvero fantastico, ero legata molto a questo abito anche a livello affettivo.

Silvia Bianculli:

Come influisce il tuo stato emozionale quando crei?

Annarita Mattei:

Influisce tantissimo..mi capitano anche giorni dove non riesco a tenere la matita in mano ,ed altri dove non smetterei mai di disegnare…

Silvia Bianculli:

Se dovessi scegliere tre aggettivi per descrivere il tuo stile, quali useresti?

 Annarita Mattei:

Semplice ,femminile  ,unico.

Silvia Bianculli:

Qual è l’aspetto del tuo lavoro che ti dà maggiore soddisfazione?

 Annarita Mattei:

Vedere la cliente fiera e contenta di indossare un capo unico ,fatto apposta per lei.

Silvia Bianculli:

Hai mai vinto dei premi?

 Annarita Mattei:

Si, diciamo che non mi sono fatta mancare niente .Il primo nel 2008,nella città di Roccella Ionica ,premiata da Santo Versace ed Ermenelgildo Zegna ,un grande onore per me. Poi vari premi in diversi concorsi, soprattutto x la creatività e l’originalità dei miei capi.

Silvia Bianculli:

Ci racconti a cosa ti sei ispirata per la nuova collezione “URBAN GEISHA”

Annarita Mattei:

Per la capsule collection “Urban Geisha” mi sono ispirata a stili antichi e culture lontane, i decori d’ispirazione floreale sono come sempre i protagonisti assoluti della collezione, stilizzati ed essenziali compaiono come patch improvvisi, confondendosi con la trama della seta.  Ho rielaborato il kimono, rendendolo occidentale e contemporaneo. I drappeggi dei colli scivolano accarezzando il corpo e disegnano tubini affusolati.

Silvia Bianculli:

Quali saranno i colori dominanti della nuova collezione?

Annarita Mattei:

Una gamma limitata di colori: nero, champagne e rosso…accompagnati da trasparenze che non lasciano spazio all’immaginazione.

Silvia Bianculli:

Come dovrebbe essere la donna che indossa i tuoi capi?

 Annarita Mattei:

Femminile, contemporanea, dinamica e competitiva.

Silvia Bianculli:

C’è un personaggio femminile dello star system,  che si avvicina al tuo ideale,  che vorresti indossasse una tua creazione?

 Annarita Mattei:

Ce ne sono tante, tutte donne bellissime ma se dovessi scegliere direi Carla Bruni.

Silvia Bianculli:

Dove possiamo ammirare la tua nuova collezione, ci dai un appuntamento?

 Annarita Mattei:

Abbiamo appena realizzato un evento meraviglioso sulle terrazze dell’arenile a bagnoli ,organizzato da Visivo Comunicazione , e poi tanti altri che vi svelerò man mano.

Grazie Annarita per far vivere il gusto e l’originalità del tuo made in italy, coinvolgendo e appassionando tutti quelli che ti seguono.

Previous IL CONGRESSO
Next Burlesque: uno stile di vita!!!! (2° p)

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *