Burlesque: intervista ad Alessandro Casella (3°p)


 

Ciao amiche appassionate di Burlesque, oggi voglio presentarvi un personaggio veramente significativo nella realtà del Burlesque Italiana che è Alessandro Casella.

 

Alessandro dal 2005 è impegnato nella direzione artistica del Micca Club e dall’inaugurazione nel Gennaio 2006 ad oggi il il Micca Club ha lasciato un segno indelebile nell’intrattenimento notturno della capitale. In pochi anni  il Micca Club diventa il tempio italiano del Burlesque e con annessa un Accademia dell’Arte del Burlesque per formare delle artiste italiane. Partecipa in qualità di Direttore dell’Accademia nel talent tv di Sky Lady Burlesque.
Nel 2012 apre il suo managment artistico dove promuove i suo spettacoli e artisti in contesti esterni da quello del Micca. Ha portato in Italia per la prima volta il Burlesque Festival e nel 2009 produce il primo spettacolo Italiano di Burlesque in teatro.
 

Alessandro,come è nata in te la passione per il Burlesque e che cosa ti ha colpito di questa forma artistica?

 

Tra il 1999 e il 2005 ho partecipato a diversi festival internazionali nel ruolo di dj, uno in particolare il Las Vegas Grind nel 2001 presso il Golden Coast Hotel di Las Vegas, e durante questi festival c’erano spettacoli di burlesque. Mi sono appassionato sempre più al genere fino al momento in cui ho iniziato a gestire il Micca Club inserendo regolarmente in programmazione spettacoli di burlesque. Di questa arte mi ha colpito la centralità e l’indipendenza della donna nelle scelte artistiche.

 

Ritieni che in Italia il Burlesque abbia il posto che meriti o rispetto all’estero siamo ancora indietro?

 

Finchè continueremo a farci queste domande saremo sempre indietro. In Italia c’è un alto livello artistico e molto talento, manca nei gestori dei locali e negli organizzatori l’intenzione e la sensibilità artistica per far emergere questo talento. Mancano anche locali come era il Micca Club a Roma dove lo spettacolo rappresenta la parte centrale dell’intrattenimento.

 

In cosa consistono gli spettacoli che tu metti in scena al Micca Club ed in giro?

 

Dal 2013 il Micca Club non è più un locale fisico, ma un marchio artistico che porta in diverse strutture il proprio spettacolo e il cast artistico. La nostra particolarità è la cornice artistica che diamo ai nostri spettacoli, ogni show è accompagnato da musica dal vivo con una live band di 4 elementi, corpo di ballo di 3 elementi e un presentatore.

 

Hai preparato e prepari molte artiste Burlesque, ci sono talenti in Italia?

 

In Italia il livello artistico è più alto rispetto all’estero, tuttavia manca ancora una vera diva come Dita Von Tees e Immodesty Blaze. La stiamo aspettando.

 

A parte coloro che vengono nella tua scuola per poter diventare delle professioniste, ritieni che frequentare un corso di Burlesque sia utile a tutte le donne?

 

Ogni donna ha una motivazione particolare per decidere di frequentare un corso di burlesque. Se il corso riesce a soddisfare tutte le sfumature e le diverse motivazioni allora è utile, se serve solo ad imparare a togliere calze e guanti, è inutile.

 

Grazie Alessandro, è stato un piacere intervistarti, e soprattutto mi sembrava giustissimo avere come prima intervista della mia rubrica, la tua!!!

 

Invito quindi tutte le amiche ad andare a vedere gli spettacoli del Micca Club, ne vale la pena!!!

 

 Erika Puddu

a Dolce Diva Burlesque Show

Previous Top Model of the World Italy 2014 seconda puntata
This is the most recent story.

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *